martedì 19 marzo 2019

Sorprendimi

di Sophie Kinsella
 
Dan e Sylvie stanno insieme da dieci anni. Matrimonio felice, due splendide gemelle, una bella casa, una vita serena. Sono talmente in sintonia che quando uno dei due inizia a parlare l'altro finisce la frase... è come se si leggessero nel pensiero. Un giorno però, dopo una visita medica di routine, scoprono di essere così in forma che la loro aspettativa di vita è di altri sessantotto anni. Ancora sessantotto anni insieme? Dan e Sylvie sono sconcertati. Non pensavano certo che «finché morte non ci separi» significasse stare insieme così a lungo! Dopo l'iniziale stupore, si instaura tra i due un certo disagio, seguito a ruota dal panico più totale. Decidono dunque di farsi delle "sorprese" per ravvivare fin da subito il loro matrimonio "infinito", per non stufarsi mai l'uno dell'altra... Ma si sa bene che non sempre le sorprese portano al risultato sperato... e in un batter d'occhio sorgono contrattempi poco graditi e malintesi che rischiano di minare le fondamenta della loro unione. E quando cominciano a emergere alcune verità taciute, Dan e Sylvie iniziano a domandarsi se dopo tutto... si conoscono davvero così bene. Qual è la ricetta per un matrimonio felice e longevo? Quale sfida comporta un'unione profonda tra due persone? (by Amazon.it)

Scontato e poco divertente... dov'è finito quello stile che mi faceva sorridere mentre mi rialssavo sotto l'ombrellone? A tratti l'ho trovato persino triste, amaro e forse questo era il suo intento, forse sta virando verso uno stile più 'maturo', si sta avventurando in argomenti che dovrebbero far riflettere. Ma con me non ha funzionato, non l'ho accantonato perchè raramente lo faccio, non perchè fossi curiosa o speranzosa in un finale meno banale.

Il segno della croce

di Glenn Cooper


Intorno a loro, si apre l’infinito deserto di ghiaccio e vento dell’Antartide. Dopo ore di faticoso cammino, il gruppo di uomini raggiunge il punto segnato sulla mappa. E lo individuano: l’ingresso di una caverna scavata decenni prima da chi li ha preceduti in quel continente disabitato. Quando entrano, in religioso silenzio, si trovano davanti un museo ideato per conservare reperti che il mondo crede perduti per sempre. Ma quegli uomini sono arrivati lì per due oggetti soltanto. E adesso li stringono tra le mani. Ne manca ancora uno, poi l’alba di una nuova era sorgerà sul mondo.
In un piccolo paese dell’Abruzzo, un giovane sacerdote si alza dal letto. Il dolore è lancinante. La fasciatura intorno ai polsi è intrisa di sangue. Con cautela, il prete scioglie le bende. Le sue suppliche non sono state esaudite, le piaghe sono ancora aperte. Il sacerdote chiude gli occhi e inizia a pregare. Prega che gli sia risparmiata quella sofferenza. Che gli sia data la forza di superare quella prova. E che nessuno venga mai a conoscenza del suo segreto.

Una ricerca iniziata quasi 2000 anni fa e giunta solo oggi a compimento. Un’ossessione sopravvissuta alla guerra che segnerà il destino di tutti noi. Una storia la cui parola «fine» sarà scritta col sangue...

Questo romanzo è un invito. Un invito a vivere un’avventura appassionante, ricca di mistero e svolte inaspettate. Ma anche un invito a esplorare l’indistinta linea di confine che separa Storia, religione e scienza, un territorio ambiguo e affascinante che Glenn Cooper ci ha fatto conoscere – e amare – fin dai tempi del suo fortunatissimo esordio narrativo, La Biblioteca dei Morti.
(by Amazon.it)

Era da un po' che non leggevo niente di questo autore, ed il tempo che dedico ormai alla lettura è sempre più risicato, ma è stata davvero una gradita riscoperta: l'ho divorato!!! Ha catturato la mia attenzione fino all'ultima pagina, portandomi in un mondo affascinante e nello stesso tempo misterioso. Mai banale, ho rivissuto con questo romanzo il piacere che solo i primi Dan Brown mi avevano regalato.

lunedì 11 febbraio 2019

Il libro della polvere

di Philip Pullman


Malcolm Polstead ha undici anni, è curioso e diligente, di giorno va a scuola, di sera aiuta i genitori alla locanda sul fiume e fa qualche commissione per le suore del convento vicino. La sua vita scorre tranquilla, gli amici non gli mancano, si diverte con Asta, il suo daimon, soprattutto quando vanno in canoa, sulla Belle Sauvage. Fino al giorno in cui alla locanda arrivano tre misteriosi personaggi e finché alle suore non viene affidata una bambina di pochi mesi, che Malcolm dovrà proteggere da un grave pericolo e alla quale sente di essere profondamente legato. È Lyra. Insieme a lei affronterà una sfida mortale e un viaggio che lo cambierà per sempre...(by Amazon.it)

lunedì 21 gennaio 2019

L'enigma del libro dei morti

di Martin Rua

Linguadoca, 1548. Nei dintorni di Montségur si è diffusa una terribile epidemia. I rimedi del dottor Étienne Domergue non sembrano funzionare. In un ultimo, disperato tentativo di fermare l'ecatombe e porre un freno ai deliri apocalittici di un gruppo religioso, il dottore invia il suo allievo Gaston Arrau in Provenza per chiedere aiuto al più grande esperto di peste in circolazione: Michel Nostradamus. Francia, primavera del 2004. A Rennes-le-Château una spedizione guidata dall'archeologo Yves Charpentier porta alla luce una parte del tesoro perduto dei catari, ma i finanziatori dello scavo sequestrano i reperti occultando la scoperta al mondo. Parigi, oggi. La Francia è costretta a fronteggiare una drammatica emergenza sanitaria: una malattia simile alla peste, creduta ormai debellata da secoli, sta mettendo in ginocchio il Paese. Il governo sospetta un attacco batteriologico di matrice terroristica e affida il caso all'unità speciale Horus. Eppure, nonostante gli sforzi, la squadra del capitano Khadija Moreau brancola nel buio. Se solo potessero ancora contare sull'aiuto di Luc Ravel, alias Gabriel Nostradamus...(by Amazon.it)

La profezia del libro perduto

di Martin Rua
 
Avignone. Nel canale della storica rue des Teinturiers viene trovato il cadavere barbaramente trucidato di una giovane donna, Danielle Gassonet, agente letterario di molti scrittori di successo. A capo dell’indagine c’è il commissario François Ozouf che intuisce subito un possibile movente. La Gassonet, infatti, lavorava per Luc Ravel, un misterioso autore di thriller a tutti noto solo attraverso i primi due libri di una trilogia da milioni di copie. Romanzi che sembrano contenere delle autentiche profezie sul destino del mondo. Affiancato dall’ispettore Picard e dall’esperta di terrorismo Khadija Moreau, Ozouf avvia un’indagine lampo per trovare l’oscuro scrittore e costringerlo a collaborare con le forze dell’ordine. L’obiettivo è incastrare l’assassino di Danielle Gassonet, ma anche impedire che si avveri un funesto presagio, contenuto proprio tra le pagine dei libri di Ravel. Una tremenda catastrofe che minaccia di abbattersi su tutta l’Europa. È una vera e propria caccia all’uomo, che conduce i protagonisti tra le calli di una Venezia avvolta nell’inquietante atmosfera di un freddo Carnevale, una corsa contro il tempo e un crescendo di tensione: il mondo è in pericolo, ma tra le righe dei romanzi di Ravel è nascosta la chiave per la salvezza. (by Amazon.it)

The outsider

di Stephen King
 
La sera del 10 luglio, davanti al poliziotto che lo interroga, il signor Ritz è visibilmente scosso. Poche ore prima, nel piccolo parco della sua città, Flint City, mentre portava a spasso il cane, si è imbattuto nel cadavere martoriato di un bambino. Un bambino di undici anni. A Flint City ci si conosce tutti e certe cose sono semplicemente impensabili. Così la testimonianza del signor Ritz è solo la prima di molte, che la polizia raccoglie in pochissimo tempo, perché non si può lasciare libero il mostro che ha commesso un delitto tanto orribile. E le indagini scivolano rapidamente verso un uomo e uno solo: Terry Maitland. Testimoni oculari, impronte digitali, gruppo sanguigno, persino il DNA puntano su Terry, il più insospettabile dei cittadini, il gentile professore di inglese, allenatore di baseball dei pulcini, marito e padre esemplare. Ma proprio per questo il detective Ralph Anderson decide di sottoporlo alla gogna pubblica. Il suo arresto spettacolare, allo stadio durante la partita e davanti a tutti, fa notizia e il caso sembra risolto. Solo che Terry Maitland, il 10 luglio, non era in città. E il suo alibi è inoppugnabile: testimoni oculari, impronte, tutto dimostra che il brav'uomo non può essere l'assassino. Per stabilire quale versione della storia sia quella vera non può bastare la ragione. Perché il male ha molte facce. E King le conosce tutte.(by Amazon.it)

A meno della metà del libro succede una cosa che ti fa pensare 'E adesso cosa mi racconta di bello fine alla fine del libro?' ed ecco che tutto comincia ad accellerare, tutto quello che sembrava inoppugnabile diventa quasi sicuramente falso e mi sono lasciata trascinare dalle visioni sempre sorprendenti di questo autore. Fino all'epilogo finale, in cui 'sembra' che il bene vinca, perchè l'umanità ha bisogno di pensare che sia così, non necessariamente perchè sia vero!

mercoledì 14 novembre 2018

La colonna di fuoco

di Ken Follet

Gennaio 1558, Kingsbridge. Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente. Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso. Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti. Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra. Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l'Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia. Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno. Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia. Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque. In gioco, allora come oggi, non sono certo le diverse convinzioni religiose, ma gli interessi dei tiranni che vogliono imporre a qualunque costo il loro potere su tutti coloro che credono invece nella tolleranza e nel compromesso. Dopo il successo straordinario de "I pilastri della terra" e "Mondo senza fine", la saga di Kingsbridge che ha appassionato milioni di lettori nel mondo continua con questo magnifico romanzo di spionaggio cinquecentesco, in cui Ken Follett racconta con sapiente maestria la grande Storia attraverso gli intrighi, gli amori e le vendette di decine di personaggi indimenticabili, passando dall'Inghilterra e la Scozia, alla Francia, Spagna e Paesi Bassi. Ambientato in uno dei periodi più turbolenti e rivoluzionari di tutti i tempi, La colonna di fuoco è un romanzo epico sulla libertà, con un forte richiamo all'attualità di oggi.(da wikipedia)

Ci ho messo davvero troppo per portare a termine questo ennesimo romanzo epico di Follet. L'ambientazione, la storia ed i personaggi sono come al solito 'straordinari' ed inimitabili. Ci vorrebbe solo un pizzico di tempo in più da dedicare a questa bellissima attività che è la lettura, in modo da non metterci quattro mesi per leggere circa mille pagine. Comunque, come sempre, la storia è così avvincente che diverse volte mi sono arrabbiata, o a seconda dei casi, ho tirato un sospiro di sollievo. Per me, quando una trama suscita tali sentimenti significa che ha ottenuto lo scopo desiderato... quello di far entrare il lettore nel mondo di cui parla e renderlo partecipe delle disavventure e delle fortune che racconta.

venerdì 4 maggio 2018

I nove custodi del sepolcro

di Martin Rua
 
L'archeologo Nico Valenti Albani ha appena fatto una scoperta stupefacente nel ventre della città partenopea, risalente addirittura al primo secolo avanti Cristo. Nel frattempo nell'isola di Malta un uomo sta fuggendo attraverso le stradine del centro storico della capitale. Ha commesso un grave errore: ha rivelato alla persona sbagliata di essere in possesso di un prezioso reperto... Dopo qualche tempo il mercante d'arte Lorenzo Aragona e sua moglie Àrtemis si trovano a un ricevimento sul faraonico yacht di un miliardario russo, ancorato al largo di Santorini, in Grecia. Viktor Babikov, famoso collezionista di opere d'arte, vuole la loro consulenza su un antico manufatto dalla forma singolare, con una misteriosa iscrizione in greco. Babikov l'ha acquistato da un mercante maltese, poi stranamente scomparso. Ma Lorenzo conosce bene il venditore: è Sante Spiteri. Che fine ha fatto il suo vecchio amico? Inizia così una pericolosa caccia al tesoro che porterà ancora una volta Lorenzo a indagare sulle leggendarie radici della sua città, Napoli, fino a calarsi negli abissi del mare per risolvere uno dei suoi più antichi e oscuri enigmi. Contiene un estratto del nuovo romanzo. (by IBS)

giovedì 15 marzo 2018

La cattedrale dei nove specchi

di Martin Rua

Di passaggio a Praga per l'inaugurazione di una mostra su preziosi oggetti alchemici, Lorenzo Aragona si ritrova coinvolto nell'oscuro omicidio di un vecchio antiquario, anche lui appassionato di misteri. L'episodio lo catapulterà in un mondo occulto e inquietante, in cui si muove una misteriosa fratellanza, legata a culti egizi, che lo costringerà a far ritorno a Napoli. Perché, anche se ne ignora i motivi, Lorenzo è solo una pedina di questa strana vicenda. Aiutato dai fratelli massoni nella decifrazione di una serie di enigmi, ma sotto il ricatto di losche figure che minacciano di morte lui e chi gli è più caro, Lorenzo si trova questa volta di fronte a un vero e proprio rompicapo alchemico, che lo riporta a studiare gli esperimenti del famoso principe di Sansevero, vissuto a Napoli nel 1700. Le tracce rinvenute, però, lo conducono di nuovo lontano dalla sua città, verso la Francia, alla ricerca di una straordinaria cattedrale, all'interno della quale si troverebbero nove specchi misteriosi. Ma di quale cattedrale si tratta e quale potente arcano nasconde? (by IBS)

mercoledì 31 gennaio 2018

Te lo dico sottovoce

di Lucrezia Scali
 
Mia ha trent'anni, un passato che preferisce non ricordare e una famiglia da cui cerca di tenersi alla larga. Meglio stare lontano dalle frecciatine della sorella e da una madre invadente che le organizza appuntamenti al buio... Di notte sogna il principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a Bubu, un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. La sua passione sono gli animali e infatti, oltre a gestire una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino, Mia sta per realizzare un progetto a cui tiene moltissimo: restituire il sorriso ai bambini in ospedale attraverso la pet therapy. Il grande amore romantico, però, non sembra proprio voler arrivare nella sua vita. O almeno, così pensa Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un ragazzo sfuggente che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia. Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire la persona giusta per il cuore di Mia? (by IBS)

lunedì 29 gennaio 2018

Origin

di Dan Brown

Robert Langdon, professore di simbologia e iconologia religiosa a Harvard, è stato invitato all'avveniristico museo Guggenheim di Bilbao per assistere a un evento unico: la rivelazione che cambierà per sempre la storia dell'umanità e rimetterà in discussione dogmi e principi dati ormai come acquisiti, aprendo la via a un futuro tanto imminente quanto inimmaginabile. Protagonista della serata è Edmond Kirsch, quarantenne miliardario e futurologo, famoso in tutto il mondo per le sbalorditive invenzioni high-tech, le audaci previsioni e l'ateismo corrosivo. Kirsch, che è stato uno dei primi studenti di Langdon e ha con lui un'amicizia ormai ventennale, sta per svelare una stupefacente scoperta che risponderà alle due fondamentali domande: da dove veniamo? E, soprattutto, dove andiamo? Mentre Langdon e centinaia di altri ospiti sono ipnotizzati dall'eclatante e spregiudicata presentazione del futurologo, all'improvviso la serata sfocia nel caos. La preziosa scoperta di Kirsch, prima ancora di essere rivelata, rischia di andare perduta per sempre. Scosso e incalzato da una minaccia incombente, Langdon è costretto a un disperato tentativo di fuga da Bilbao con Ambra Vidal, l'affascinante direttrice del museo che ha collaborato con Kirsch alla preparazione del provocatorio evento. In gioco non ci sono solo le loro vite, ma anche l'inestimabile patrimonio di conoscenza a cui il futurologo ha dedicato tutte le sue energie, ora sull'orlo di un oblio irreversibile. Percorrendo i corridoi più oscuri della storia e della religione, tra forze occulte, crimini mai sepolti e fanatismi incontrollabili, Langdon e Vidal devono sfuggire a un nemico letale il cui onnisciente potere pare emanare dal Palazzo reale di Spagna, e che non si fermerà davanti a nulla pur di ridurre al silenzio Edmond Kirsch. In una corsa mozzafiato contro il tempo, i due protagonisti decifrano gli indizi che li porteranno faccia a faccia con la scioccante scoperta di Kirsch… e con la sconvolgente verità che da sempre ci sfugge. Brillante riflessione sull'eterno conflitto tra scienza e fede e sulle sfide che le nuove tecnologie e l'intelligenza artificiale ci pongono quotidianamente, Origin è un romanzo ricco di spunti colti e di invenzioni narrative, in cui passato e futuro si incontrano in una contemporaneità sorprendente.(by IBS)

Da dove veniamo? Dove andiamo? Due domande che sono il filo conduttore di questo romanzo e che probabilmente dovevano mantenere viva la curiosità del lettore, anche mentre il 'brodo' veniva allungato un pelo troppo. Da sempre sono una fan di Dan Brown, trovo gli argomenti trattati nei suoi romanzi sempre molto intriganti anche se, in questo caso, a meno di metà del romanzo qualcosa avevo intuito ed anche le scoperte tanto promesse non mi sono risultate poi così sorprendenti. Però probabilmente è giusto che sia così, non ci si potevano aspettare cose troppo strampalate, sarebbero risultate assurde e quindi va bene così. L'unica osservazione che vorrei fare è che mettere il futuro nelle mani della tecnologia senza nemmeno accentuare il fatto che purtroppo, quando si hanno a che fare con degli esseri viventi, l'imprevedibilità è sempre dietro l'angolo, mi è parso un po' ingenuo. Capisco benissimo che il nostro futuro sarà sempre più gestito dalla tecnologia e non ne sono nemmeno dispiaciuta, ma bisogna fare attenzione e ricordarsi sempre che la tecnologia non è nata da sola, o meglio è stata creata a somiglianza dell'intelligenza umana, con la prospettiva, se possibile, di superarla!

giovedì 21 dicembre 2017

La porta delle tenebre. Dannati.

di Glenn Cooper

La speranza è durata poco più di un battito di ciglia. La speranza di potere, un giorno, dimenticare il cielo plumbeo e l'atmosfera opprimente dell'Oltre. La speranza di essersi lasciati per sempre alle spalle il mondo dove sono confinati tutti i malvagi vissuti sulla Terra dall'inizio dei tempi. Invece, non appena si rendono conto di avercela fatta, di essere nuovamente a casa, John Camp ed Emily Loughty sono costretti ad affrontare una realtà agghiacciante. L'incubo non è finito. Come previsto, l'avvio dell'acceleratore di particelle ha aperto il varco grazie al quale John ed Emily si sono ritrovati nel laboratorio di Dartford, in Inghilterra, ma allo stesso tempo ha inghiottito un numero imprecisato d'innocenti. Tra cui ci sono anche la sorella e i nipotini di Emily. Lei quindi non ha scelta: per salvarli, deve attraversare ancora una volta la Porta delle Tenebre e tornare all'Inferno. E mentre a Londra c'è chi è determinato a smascherare le menzogne del governo su quanto sta accadendo a Dartford, Emily e John si preparano con una squadra di recupero ad affrontare un viaggio ancor più pericoloso e ricco d'insidie del precedente. Un viaggio durante il quale incontreranno nuovi, terribili nemici, e stringeranno alleanze con coloro che li hanno aiutati a sopravvivere all'Inferno. Ma ci si può veramente fidare di chi, in vita, ha ceduto alle seduzioni del Male ed è da secoli relegato nella terra dei Dannati?(by IBS)

Secondo libro della saga, approfondisce la nostra conoscenza di questo mondo in cui i 'viventi' non dovrebbero esserci: l'Inferno. Ma la novità è che salvando i primi malcapitati che vi sono finiti durante il primo esperimento, altri sono stati catapultati in questo mondo infernale, tra i quali i nipotini di Emily insieme a sua sorella. Bambini all'inferno non ce ne sono, sono una merce preziosa e presto vengono divisi dalla madre per finire in mano al migliore offerente. Dal canto loro, Emily ed il suo compagno, nonchè salvatore, John decidono di tornare, per salvare i nuovi malcapitati. Sanno quando e dove devono trovarsi per avere la possibilità di tornare, ma sanno pure che difficilmente un nuovo viaggio non implicherà l'arrivo sulla terra di altri dannati. Le cose si complicano, il numero di persone aumenta, ma la cosa peggiore è che non si sa come chiudere definitivamente questo portale, anzi in questo secondo libro Emily incontra all'inferno il suo ex-capo, e lui sembra l'unico ad avere un'idea di come farlo, ma sfortunatamente non fa in tempo a spiegarlo ad Emily.
L'inferno in questo secondo libro si conferma come un mondo sì popolato di persone malvage e cattive, ma dove si trovano anche peccatori che hanno commesso errori ma che in fondo forse non si meritavano un'eternità fatta di lotte per la sopravvivenza. Il personaggio che spunta maggiormente è quello di Garibaldi che sogna di fare dell'inferno un mondo migliore... ci riuscirà??? Non lo so, forse si scoprirà solo leggendo il terzo libro.
Questo romanzo mi è piaciuto come il primo, l'ho solo trovato un pelo troppo lungo, forse alcune parti potevano essere meno prolisse.

Le nove chiavi dell'antiquario

di Martin Rua

Gerusalemme, 1118. Alcuni monaci del neonato Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo, più tardi noti come Templari, fanno una scoperta inquietante nelle viscere del Monte del Tempio. Berlino, 1945. Un gruppo scelto di uomini si inoltra nella capitale del Terzo Reich devastata dai bombardamenti, per recuperare un prezioso manufatto. Napoli, 2012. La vita dell'antiquario Lorenzo Aragona procede tranquilla, finché una giovane donna dell'Est, comparsa misteriosamente, lo trascina in una drammatica vicenda dai risvolti esoterici. Ma chi è veramente Anna Nikitovna Glyz e che cosa lega suo nonno al nonno di Lorenzo? Per scoprirlo, i due iniziano un viaggio seguendo tracce e simboli da interpretare e decifrare. Un viaggio che, da Gerusalemme a Berlino, porta a Napoli e a Kiev, fino a Roma, e che presto assume i contorni di una fuga. Perché tutti gli indizi che Anna e Lorenzo trovano conducono a un misterioso e millenario enigma... il Codice Baphomet. Cosa si cela dietro questo antichissimo arcano ideato e tenuto segreto sino a oggi dai leggendari maghi caldei? (by IBS)

lunedì 28 agosto 2017

Il prezzo dell'inganno

di Elisabeth George

Impegnato nel suo... viaggio di nozze, l'ispettore Thomas Lynley cede questa volta il ruolo di protagonista alla sua assistente Barbara Havers. Barbara infatti, in vacanza in una cittadina balneare sulla costa dell'Essex, si trova coinvolta nelle indagini su un efferato delitto che ha sconvolto la tranquilla comunità. Un caso complicato dal fatto che la vittima appartiene alla piccola ma attivissima minoranza pakistana che risiede nella cittadina. (by IBS)


Lo so che i romanzi che hanno protagonisti 'fissi' dovrebbero essere letti in fila... ma con la George non ci sono riuscita, quindi arrivo a leggere questo romanzo solo ora, quando già so cose che riguardano l'ispettore Lynley che qui non sono ancora successe, come so anche altre cose che riguardano il vicino di casa di Barbara che con la sua figlioletta (affezionatissima a Barbara...) si trovano coinvolti in questo caso. In effetti Barbara non a casa decide di passare le sue vacanze nell'Essex, la meta le viene suggerita appunta dalla partenza dei vicini per questa destinazione, non a caso coinvolta in un caso di omicidio. Come tutti i romanzi della George, anche questo mi è piaciuto, l'ho solo trovato un pelo lungo, ma si sa che meno di 500 pagine non può scriverle, quindi non è una sorpresa. Interessante la sua descrizione degli usi e costumi della comunità pakistana coinvolta, sia per le loro tradizioni che per il loro modo di pensare, così tradizionalista ma nello stesso tempo così determinato a nascondere le proprie imperfezioni come succede in tutte le comunità... insomma come si dice... 'tutto il mondo è paese!'.

mercoledì 2 agosto 2017

Il gabbiano Jonathan Livingston

di Richard Bach

Jonathan Livingston è un gabbiano che abbandona la massa dei comuni gabbiani per i quali volare non è che un semplice e goffo mezzo per procurarsi il cibo e impara a eseguire il volo come atto di perizia e intelligenza, fonte di perfezione e di gioia. Diventa così un simbolo, la guida ideale di chi ha la forza di ubbidire alla propria legge interiore; di chi prova un piacere particolare nel far bene le cose a cui si dedica. E con Jonathan il lettore viene trascinato in un'entusiasmante avventura di volo, di aria pura, di libertà.(by Mondadori.it)


Questo piccolo libricino mi è stato regalato da un collega, non lo conoscevo e lui si è stupito che non l'avessi mai sentito nominare. Mi chiese se mi piaceva 'Il piccolo principe' e quando gli  ho riferito che lo adoro, mi ha detto che non potevo non conoscere questo piccolo romanzo. E' veramente molto poetico e intenso, ci sono frasi che mentre le leggi ti rimbalzano dentro come se non vedessero l'ora di uscire allo scoperto. Non riesco a dirvi cosa ho provato leggendolo, credo tra l'altro che sia una 'esperienza' che dà qualcosa di diverso a ciascun lettore, perchè mai come n questo caso la lettura dona sensazioni diverse a secondo del momento in cui viene fatta.

Dannati

di Glenn Cooper

Lo chiamano Oltre. Alcuni sono appena arrivati in quel mondo così simile al nostro eppure così diverso. Altri invece sono lì da secoli e sono ormai indifferenti alla perenne coltre di nubi che nasconde il sole e all'atmosfera cupa che li circonda. Ma ognuno di loro condivide lo stesso destino: dopo essere morti, sono stati condannati per l'eternità. Sia che abbiano scritto a caratteri di fuoco il loro nome nel grande libro della Storia - tiranni sanguinari, sovrani spietati, criminali di guerra - sia che nel corso della loro oscura esistenza si siano macchiati di colpe incancellabili, adesso sono tutti relegati in quel luogo maledetto. Tutti, tranne John Camp. Lui è "vivo", ed è lì per sua scelta. Perché ha giurato di salvare la donna che ama. Durante un audace esperimento di fisica delle particelle, la dottoressa Emily Loughty è scomparsa nel nulla e, quando si è deciso di ripetere il procedimento per capire cosa fosse successo, John si è posizionato nel punto esatto in cui lei era sparita e... in un attimo è stato catapultato nel mondo chiamato Oltre. E ora deve affrontare il male assoluto per ritrovare Emily e riportarla indietro. Ma il tempo a sua disposizione è poco, e tutti e due rischiano di rimanere per sempre prigionieri nella terra dei Dannati...(by Mondadori.it)


Primo di un'altra trilogia di Glenn Cooper, l'ho letto con interesse e curiosità, perchè gli argomenti trattati da questo autore sono sempre stupefacenti. Anche in questo caso non sono rimasta delusa, i due mondi descritti in questo romanzo, hanno creato quel movimento che nella saga della 'Biblioteca dei morti' era stata realizzata saltellando tra passato e presente. Da leggere sicuramente anche i successivi per capire come intende evolvere questo argomento.

martedì 6 giugno 2017

Century - La via delle spezie

E' tanto che non vi parlo di qualche gioco da tavolo, precisamente dalla Play e questo potrebbe significare che non giochiamo più... invece no! Semplicemente ho sempre meno tempo da dedicare alle mie passioni ed è già tanto se riesco a stare dietro ai libri che leggo. Ma bando alle ciance... oggi vi voglio parlare di questo gioco, che nella sua semplicità trovo geniale. Nella foto che trovate allegata a questo post, si nota un bellissimo tappetino su cui vengono appoggiate le carte e le scodelline con le risorse, che di per sè è completamente inutile, ma mi piace da morire... Saranno i colori molto caldi, sarà la grafica elegante ma sobria che fa risaltare le carte senza rubare loro la scena, insomma trovo sia un bell'accessorio del gioco. Il gioco in sè ha delle regole molto semplici, in alcune cose mi ricorda Splendor; anche qui bisognerebbe essere bravini nel crearsi un 'motore' di generazione delle risorse, in modo da riuscire poi a completare gli obiettivi che si trovano nella prima riga. Le carte delle risorse sono per la maggiorparte carte di 'trasformazione', ce ne sono un numero esiguo che danno risorse pure, è per questo che riuscire a mettere in piedi un meccanismo di trasformazione/generazione risorse, porta ad una vittoria certa. Nonostante io non sia bravissima nell'effettuare le scelte delle carte, questo è un gioco che non mi stanco di giocare, nonostante perda quasi sempre... il mio difetto più grande è che quando vedo tante cose che si possono fare, mi lascio prendere dall'entusiasmo e ad ogni turno cambio strategia :-(
Lo abbiamo giocato sempre in due, credo che in più persone tenda ad innervosire, perchè quando arriva il proprio turno le carte che si vorrebbero prendere probabilmente sono già state prese, ma proprio per questo, fare strategie diventa molto più difficile.
Come al solito vi lascio una recensione più autorevole da Giochi sul nostro tavolo
 Voto: 9

lunedì 5 giugno 2017

Il giallo di villa Ravelli

di Alessandra Carnevali

Non c'è pace per il commissario Adalgisa Calligaris. Pensava di poter staccare la spina, trasferendosi a Rivorosso, e invece, risolto un caso, in meno di ventiquattr'ore se ne presenta un altro. Il corpo senza vita di Silvia Ravelli è stato trovato dalla sorella, Antonia, nel salotto della sua villa. È un colpo d'arma da fuoco ad averla uccisa, ma non c'è traccia della pistola. Con l'aiuto del magistrato Gualtiero Fontanella, il commissario Calligaris scopre che tra le due sorelle ci sono stati in passato gravi dissapori, per via dell'eredità di uno zio. Ma Adalgisa capisce ben presto che se vuole arrivare alla verità deve allargare il suo raggio d'indagine. Soprattutto quando le vittime aumentano e la lista dei sospettati si allunga: l'imprenditore agricolo Giorgio Moretti, l'ex di Silvia Ravelli; il notaio Paride Calzone; il giovane rumeno Vladimir Mutu; il ricco compagno di Antonia Ravelli, Luigi Corbellini, vecchia conoscenza del commissario, oltre a una serie di figure losche, come quelle di Gigi Zolla detto "Olio" e di Adelmo Patacchini, legate al mondo della malavita e al gioco d'azzardo, di cui Silvia Ravelli era stata assidua frequentatrice... (by IBS)


A pochissima distanza dalla lettura del suo romanzo di esordio, ho letto anche il secondo, ed ho apprezzato molto lo sviluppo che sta dando al personaggio del commissario. La trovo 'umanamente imperfetta' senza cadere nel ridicolo o nel pietismo, cosa che mi fa molto piacere, perchè è una condizione molto comune quella di non essere delle bellezze rare, ma non per questo si è ridicole, anzi, a volte ciò che la natura non ci concede, ci costringe a puntare su altre caratteristiche, facendole emergere maggiormente. Anche il suo nuovo rapporto di amicizia con il magstrato Gualtiero Fontanella, la rende sempre più simpatica, proprio perchè riesce ad essere molto più a suo agio in compagnia di uno spasimante non perfetto dagli 'occhi inutilmente azzurri', come dice sua madre, piuttosto che accettare le tardive attenzioni del bellissimo medico legale di cui era innamorata persa da ragazzina. Il tutto gira intorno a questo strano caso, in cui due sorelle trovano un punto d'incontro solo nel destino che le aspetta, dopo essersi fatte inutilmente del male...
Ora non mi resta che aspettare il prossimo romanzo di Alessandra, sperando che ci stia già lavorando...

lunedì 29 maggio 2017

I custodi della biblioteca

di Gleen Cooper

Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio... Il silenzio in cui si sono suicidati gli scrivani di Vectis. Dopo aver compilato la sterminata Biblioteca che riporta il giorno di nascita e di morte di ogni uomo vissuto dall'VIII secolo in poi, la loro eredità è una data: il 9 febbraio 2027. Ma la giovane Clarissa non sa nulla di tutto ciò. Il suo unico pensiero è fuggire. Fuggire da quell'abbazia maledetta, per mettere in salvo il dono più prezioso che Dio le abbia mai concesso. Il futuro dell'umanità è un mistero nascosto tra le pagine di un libro... Il libro in cui è indicato il giorno del giudizio. Mentre il mondo s'interroga su cosa accadrà davvero il 9 febbraio 2027, alcune persone ricevono una cartolina sulla quale ci sono il disegno di una bara e una data: il giorno della loro morte. Proprio come all'inizio della straordinaria serie di eventi che avevano portato alla scoperta della Biblioteca dei Morti. C'è soltanto una differenza: tutte le "vittime" sono di origine cinese. È una provocazione? Un avvertimento? L'ultima verità non è mai stata trovata... Will Piper ha trovato la pace: sa che vivrà oltre il 9 febbraio 2027, e ha deciso di lasciarsi alle spalle l'enigma della Biblioteca di Vectis e la sua secolare scia di sangue. Almeno finché suo figlio parte all'improvviso per l'Inghilterra e poi sparisce nel nulla. D'un tratto, per Will, ogni cosa torna a ruotare intorno all'origine della Biblioteca dei Morti. Lì dove tutto è cominciato. E dove tutto finirà. (by IBS)

Seguito della saga della 'Biblioteca dei morti', questo è il terzo atto di questa storia (se si lascia perdere il racconto breve 'Il tempo della verità'). Lo definirei 'sorprendente' perchè è riuscito a dare una svolta alla storia davvero molto molto inaspettata. L'ho divorato, molto bello come tutti i romanzi scritti da questo autore, mi sono lasciata trasportare dal racconto che come al solito si sviluppa in parte nel presente di Will Piper, ed in parte nel passato, iniziando proprio dal giorno fatidico del suicidio di massa di tutti gli scrivani di Vectis. Ma saranno morti proprio tutti? Non voglio svelare a coloro che stanno leggendo come si evolve la storia, sappiate solo che tante cose dovranno essere scoperte, e suo malgrado, Will dovrà ancora una volta fare i conti con 'rivelazioni' scomode, e questa volta scoprirà l'esistenza di 'custodi'... Ma al termine del romanzo vi aspetta una ulteriore sorpresa, chissà che la storia non sia proprio finita... 😏

lunedì 22 maggio 2017

Uno strano caso per il commissario Calligaris

di Alessandra Carnevali

Ha accumulato successi, combattendo in prima linea il crimine organizzato, e ha sopportato minacce e pericoli. Ora, però, ha deciso di concedersi un po' di riposo e accetta un incarico proprio a Rivorosso, dove non torna da anni. Al massimo ci sarà da acciuffare qualche ladruncolo. E lei, donna dura, brusca, dall'intelligenza imbattibile, non è certo spaventata. Invece, poche ore dopo il suo arrivo, il tranquillo paesino di provincia viene scosso dal rinvenimento di un cadavere. A trovarlo è Paolo Cortelli, idraulico trentacinquenne e marito fedifrago della parrucchiera del luogo. Il corpo è quello di Margot Cambiano, cittadina americana e ospite della Rosa e l'Ortica, un centro benessere nella campagna umbra, frequentato da ricchi personaggi provenienti da tutto il mondo. È da lì che iniziano le indagini, che poi, lentamente, si allargano fino a coinvolgere tutto il paese: l'idraulico, la moglie, l'amante, il gioielliere... Ad aiutare Adalgisa c'è Carlo Preti, il medico legale, che ai tempi della scuola era stato il suo grande amore... (by IBS)


Primo breve romanzo di questa autrice, segue la moda del momento, dove il protagonista non è più l'invincibile super eroe dalla bellezza mozza fiato, ma una persona normalissima, tendente al bruttino ma con innegabili capacità deduttive ed una dedizione al lavoro non indifferente. Il libro scorre molto bene, è una lettura piacevole che si presta anche ad un bel pomeriggio sotto l'ombrellone. Unico neo, se possiamo definirlo così... io avevo capito chi era il colpevole ai due terzi del libro e sono rimasta in attesa di scoprire come avrebbe risolto la matassa il commissario Calligaris, cosa che ha fatto un po' alla Poirot... riunendo tutti i presenti in una sala del centro benessere adibita a galleria per i famosi quadri della moglie scomparsa del proprietario.
La ricomparsa poi del suo vecchio compagno di scuola, bello e impossibile è un clichè abbastanza prevedibile ma che lascia ben sperare per i prossimi sviluppi. Una cosa che ho apprezzato è l'utilizzo di espressioni dialettali tipiche del luogo, che me lo hanno avvicinato al tanto amato Camilleri, senza risultare troppo incomprensibili.
Ho già sul Kindle il suo secondo romanzo, vi terrò aggiornati sugli sviluppi di questo personaggio che nel primo romanzo è stato delineato solo in parte e di cui mi aspetto di scoprire molte cose...